Le Iene: domestica maltrattata dalla “padrona” psicologa


Ieri sera la trasmissione Le Iene ha mandato in onda un servizio che mi ha lasciato completamente senza parole. La storia di Daniela, domestica al servizio in una villa da circa un mese, maltrattata fisicamente, ma soprattutto psicologicamente dalla sua “padrona”.

Le offese, gli insulti, la rabbia di questa donna carnefice e “padrona” della sua vittima sacrificale, sulla quale vomitare tutte le sue frustrazioni e cattiverie, mi hanno lasciato un profondo senso di impotenza e di grande umiliazione.

L’insistenza nel portarla ad ammettere le sue “presunte colpe”, a confermare la “sua verità”, il costringerla a sottomettersi al suo volere ed al suo potere di padrona, attraverso il ricatto morale di chi decide della tua vita altrui attraverso il denaro, credo abbiano toccato e ferito chiunque abbia visto il video, oltre che Daniela.

Non conosco le situazioni e non mi sento di poter giudicare, ma credo che il fatto che si tratti di una psicologa abbia ulteriormente reso incomprensibile ed inaccettabile un simile comportamento. Come è possibile che chi debba aiutare le persone e prendersene cura, maltratti, mortifichi e umili una persona?

Difficile dare una risposta a questa domanda; è un po’ come nelle situazioni in cui un marito agisce violenza sulla propria moglie e ci chiediamo come sia possibile che la persona più vicina sia in realtà il carnefice della sua amata. Ogni situazione è diversa e bisogna conoscerla a fondo per comprenderne veramente il significato.

Quello che mi piacerebbe sottolineare è che ognuno di noi è una persona, con i suoi limiti, le sue debolezze, le sue fragilità, i suoi errori. La padrona prima di essere psicologa è una persona e risponderà innanzitutto per questo rispetto al suo comportamento.

Fare lo psicologo non vuol dire essere immuni, purtroppo. Anche gli psicologi sono persone, si arrabbiano, sbagliano, amano, odiano e in quanto persone vanno conosciute e valutate per quello che sono e non per il lavoro che (più o meno bene) dovrebbero svolgere.

Questa persona, purtroppo per Daniela, ha sbagliato e per questo motivo dovrà rispondere davanti alla legge del suo comportamento……e spero anche davanti alla sua coscienza!

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>