Primo incontro del gruppo di lavoro “Progetto AscoltaTi”: l’inizio di una nuova avventura.


Domenica 15 dicembre, dopo due giornate intense di scuola di specializzazione, mi è venuta la “brillante” idea di organizzare un aperitivo di conoscenza con i colleghi che hanno aderito al progetto AscoltaTi. Ero molto stanca e forse anche preoccupata, ma era molta la curiosità di poter finalmente conoscere dal vivo persone viste solo on-line attraverso il gruppo su facebook, la pagina, le e-mail o telefonicamente.

In un attimo la stanchezza ha lasciato il posto all’entusiasmo: suonano al citofono una, due, tre, dodici volte! Mi sento che sono tantissime, perché in certe situazioni non si è così sicuri della riuscita di un “evento” e anche se possono sembrare pochi, vi assicuro che non è facile prendere un treno da Foligno e venire ad Osimo per un aperitivo, di domenica poi! (grazie Maria Teresa Proietti).

La location è stata una scelta azzeccatissima, intima e familiare: lo spazio di coworking ad Osimo (Ancona) che l’associazione Cowo42 ci ha messo a disposizione. Approfitto dell’occasione per ringraziare ufficialmente l’associazione Cowo42 per la disponibilità ed il sostegno nei confronti di un gruppo di professioniste che sta investendo sul proprio futuro e che sta lavorando per dar vita a qualcosa di importante. Credo sia anche la mission dell’associazione e probabilmente il nostro incontro è solo il prima di una lunga serie di occasioni in cui si possa parlare un evento al femminile (del tutto casuale).

Pian piano il cerchio si compone e partono le presentazioni: dott.ssa Chiara Riccardi, dott.ssa Silvia Trucchia, dott.ssa Maria Antinori, dott.ssa Angela Micucci, dott.ssa Anastasia Giannini, dott.ssa Danila Di Lernia, dott.ssa Maria Teresa Proietti, dott.ssa Maria Chiara Rossi, dott.ssa Chiara Matè, dott.ssa Elena Gasperini, dott.ssa Giulia Bevilacqua, dott.ssa Vera Orlandini, dott.ssa Francesca Vecchiotti. Ognuno con la propria storia, i propri studi, il proprio lavoro, le proprie ambizioni e difficoltà. Tutti accomunati da un forte desiderio di fare, di sperimentarsi e di mettersi in gioco.

Ecco l’importanza del gruppo, la condivisione, il confronto, il sentire che altri vivono le tue stesse esperienze e che hanno affrontato le situazioni in un certo modo e le hanno risolte. E poi da ogni idea, vengono fuori altre idee, più elaborate, più complesse, più strutturate e il valore aumenta. Un intreccio di relazioni tra persone, ognuno con la propria ricchezza, che ne aumenta esponenzialmente il valore. Fantastico!

E poi la risposta alla mia grande domanda: il progetto funziona!!! La richiesta da parte degli utenti c’è, ci sono gli accessi, molti medici sono sensibili alla tematica, eppure non tutte le esperienze sono ugualmente positive. Bisogna valutare bene le situazioni, ci sono cose che funzionano e cose che non funzionano, elementi da valutare e variabili da tener presenti a dal confronto con il gruppo emergono diversi spunti su cui riflettere.

Nasce nel gruppo l’esigenza di mapparsi sul territorio e quindi di creare un network di professionisti che hanno competenze e aree di intervento diverse, per poter creare una risposta il più possibile adeguata alle esigenze degli utenti: il centro clinico Positivamente a Macerata, il centro clinico LiberaMente a Castelfidardo, il centro ABC di Ancona, l’associazione Fanpia di Ancona……

Una serata ricca di spunti e riflessioni, energia positiva, che ha acceso forte il desiderio di potersi rivedere, per condividere, confrontarsi ancora e soprattutto per crescere come gruppo, ma anche personalmente.

Credo che sia questo lo spirito con cui affrontare questa nuova avventura, che in un anno mi ha portato a conoscere tante persone, tante nuove realtà presenti sul territorio marchigiano e non solo, tante belle idee e tanta ricchezza personale.

Grazie a tutte per essere venute e per esservi “date”.

Per la riapertura delle adesioni ci riserviamo ancora un pò di tempo.

Il gruppo si rivedrà alla fine di gennaio. Riprendo le parole di una delle colleghe: questo è solo l’inizio!

Stay tuned

Tag:, ,

Comments & Responses

One Response so far.

  1. stefana scrive:

    mi è dispiaciuto non essere presente in quell’incontro e non poter essere presente a quello del 23 febbraio. credo molto nella possibilità di questo progetto sia per gli adulti che per i bambini e mi piacerebbe rimanere in contatto ed informata. nell’attesa di conoscersi vi auguro un buon lavoro!!
    stefania uguccioni

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>