L’Ordine degli Psicologi delle Marche promuove la figura dello psicologo di base


Il 10 aprile 2015 l’Ordine degli Psicologi delle Marche e l’Aupi hanno organizzato presso la Loggia dei Mercanti di Ancona il seminario “La salute psico fisica dei cittadini è compatibile con il sistema sanitario nazionale?” L’obiettivo dell’incontro è stato sottolineare il ruolo che la psicologia può avere in ambito sanitario per favorire la salute ed il benessere dei cittadini, intervenendo in tutte quelle aree di competenza specifica della psicologia, attraverso risposte adeguate ed efficaci anche in termini di verificabilità.

Gli studi hanno dimostrato che la salute ed il benessere dell’individuo sono il risultato di una molteplicità di fattori che riguardano non solo gli aspetti fisici, ma anche quelli psicologici e sociali. Spesso si ricorre a visite specialistiche ed esami costosi, in situazioni per le quali risulterebbe molto più efficace un intervento di tipo psicologico. Inoltre le richieste di accesso ai servizi di psicologia sono in aumento, soprattutto in un periodo di crisi economica e sociale, ma i tempi di attesa risultano lunghissimi e spesso le richieste rimangono non evase a causa di una carenza di risorse.

Il presidente dell’Ordine degli Psicologi Marche, dott. Luca Pierucci ha sottolineato molto bene l’esigenza crescente di interventi ti tipo psicologico e ha proposto di istituire a livello regionale le figure dello psicologo di base e dello psicologo del territorio, sulla scia dei progetti che anche a livello regionale sono stati attivati e che hanno ottenuto buoni risultati. (il progetto AscoltaTi, lo psicologo del territorio).



E’ intervenuta poi la dott.ssa Anna Grazia Cerioni, segretario regionale Aupi, Psicoterapeuta in servizio presso il Dipartimento di Salute Mentale di Ancona che ha portato alcuni esempi clinici di pazienti con storie molto difficili presi in carico dal servizio pubblico con molto ritardo rispetto alla richiesta di aiuto.  Questo ha portato ad un peggioramento del quadro clinico e delle condizioni di vita dei pazienti. La dott.ssa ha sottolineato come un intervento precoce sia importantissimo e spesso la presa in carico e necessaria per tutti i componenti della famiglia.

Molto interessante l’intervento del dott. David Lazzari Coordinatore Gruppo di Lavoro Evidenze ed Esiti Ordine Nazionale Psicologi, il quale ha mostrato i dati comprovanti l’efficacia degli interventi di psicoterapia in molte condizioni di malattia fisica. E’ stato dimostrato infatti che la psicoterapia cambia l’attività immunologica del paziente. I vissuti del paziente a livello psicologico infatti determinano il suo adattamento all’ambiente: questo può portare ad una carenza nel sistema immunitario che predispone alla malattia. Attraverso gli interventi di psicoterapia si attengono miglioramenti a livello immunitario con conseguenze positive anche per la malattia fisica.

 

Ultimo l’intervento del dott. Roberto Amici, Presidente del Tribunale della Salute a cui quotidianamente i cittadini si rivolgono per denunciare casi di malfunzionamento dei servizi sanitari. Le segnalazioni più frequenti riguardano tempi di attesa lunghissimi, insufficienza assenza di informazioni, assenza di continuità Ospedale-territorio, consultori dimenticati, disattenzione per la prevenzione, intrecci perversi con la libera professione, PS affollati e lunghe attese, assenza di strutture alternative al ricovero, assistenza socio-sanitaria “cenerentola”, riduzione dei centri anti diabetici, nessun interesse per il burnout. Dalle segnalazioni e dai dati emerge che le risorse pubbliche sono si carenti, ma spesso perché vengono utilizzate male.

L’ordine degli psicologi delle marche ha iniziato una campagna di sensibilizzazione e di promozione della salute intesa anche nell’aspetto psicologico. I dati mostrano che attraverso interventi psicologici mirati si ottiene un risparmio considerevole a livello di costi sanitari pubblici. La speranza è che a livello istituzionale venga aperto un tavolo di lavoro con i rappresentanti politici della regione e che la figura dello psicologo venga finalmente utilizzata in tutte quelle arre che troppo spesso nel pubblico restano sprovviste.

Sono contenta che l’ordine regionale si stia muovendo in questa direzione e credo che progetti come “AscoltaTi” siano la dimostrazione tangibile che il bisogno di interventi psicologici sia necessario e sempre più richiesto da parte dei cittadini, pian piano più consapevoli che la loro salute dipende soprattutto dal proprio benessere psicologico.

Di seguito l’intervista al dott. Pierucci ed alla dott.ssa Ceroni in occasione del seminario.

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>