Psicologo delle cure primarie nelle Marche: al via i lavori per l’attuazione del progetto.


Dopo l’approvazione in consiglio regionale della mozione che prevede l’istituzione della figura dello Psicologo delle cure primarie al fianco dei medici di base, sabato mattina, l’ordine degli psicologi delle Marche, con l’intervento dei firmatari della mozione, il presidente del consiglio Antonio Mastrovincenzo e i consiglieri Pd Gianluca Busilacchi e Fabrizio Volpini, ha dato ufficialmente il via ai lavori per l’attuazione del progetto.

Un progetto fortemente voluto dall’Ordine degli Psicologi delle Marche, ha sottolineato il presidente Luca Pierucci, supportato dai risultati di molte ricerche, che dimostrano come la cooperazione tra i medici di base e gli psicologi, porti ad una significativa riduzione della spesa sanitaria (tra il 33 e il 47%) con vantaggi per la salute del cittadino. Studi di settore infatti dicono che circa il 70% dei pazienti che chiede una visita dal medico di base presenta un problema psicosociale. E per il 35% non c’è diagnosi corretta.

L’inserimento della figura dello psicologo delle cure primarie nella sanità regionale è un cambiamento culturale importantissimo, che modifica completamente il panorama sanitario, mettendo al centro il benessere globale del cittadino.

A livello attuativo, nei prossimi mesi verranno istituiti tavoli di confronto tra medici di medicina generale, psicologi e pediatri di libera scelta, ai quali confrontarsi sulla nuova figura dello psicologo delle cure primarie della sanità marchigiana, per stilare un protocollo con le linee guida del progetto. Verrà così delineata la figura dello psicologo delle cure primarie, definite le arre di intervento e le modalità con cui verra scelta.

Alla presentazione è intervenuta anche la dott.ssa Lucia Di Furia, direttrice del Servizio salute della Regione Marche, che ha sottolineato l’importanza di un lavoro multiprofessionale e multidisciplinare della sanità e dell’impegno che la regione vuole prendersi in termini di cure primarie e prevenzione, per il benessere del cittadino e per il risparmio di risorse economiche.

Nelle nuove case della salute, verranno istituito 5 psicologi delle cure primarie per una sperimentazione biennale, uno per ogni aree vasta:

  • Area Vasta n. 1: Pesaro - Urbino - Fano
  • Area Vasta n. 2: Senigallia - Jesi – Fabriano - Ancona
  • Area Vasta n. 3: Civitanova Marche - Macerata – Camerino
  • Area Vasta n. 4: Fermo
  • Area Vasta n. 5: San Benedetto del Tronto - Ascoli Piceno

La speranza è che questo numero possa aumentare velocemente, in virtù di un reale e dimostrato risparmio delle risorse economiche a cui l’istituzione di questa figura porterebbe. L’ordine degli psicologi ha sottolineato come negli ultimi anni diversi progetti sono nati in questa direzione ed hanno ottenuto buoni risultati e come una coordinazione di tali progetti porterebbe ad un lavoro più proficuo.

Tra questi progetti c’è anche il Progetto Ascoltati, nato nel 2012 proprio nelle Marche, che ha sempre sostenuto l’istituzione della figura dello psicologo di base o delle cure primarie ed in questi anni ha dimostrato come la collaborazione tra psicologo e medico di base sia fondamentale per il benessere globale del cittadino, grazie all’attivazione di 60 progetti sul territorio italiano. Qui sono riportati i dati del progetto. Metteremo i nostri dati e la nostra esperienza a disposizione delle istituzioni in modo da dare un contributo importante a questo importante progetto che segna una svolta epocale nella sanità pubblica.

Per gli psicologi che volessero aderire al progetto e riproporlo in collaborazione con i medici di base, trovate tutte le info sul sito www.progettoascoltati.it

Comments & Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>